Allo svolgimento dell'attività dei Programmi genetici, contribuiscono i seguenti organismi:

  • Commissione Tecnica Centrale
  • Ufficio Centrale
  • Uffici Periferici
  • Corpo degli esperti

La COMMISSIONE TECNICA CENTRALE studia e determina i criteri e gli indirizzi per la conservazione delle razze autoctone a limitata diffusione, con particolare riferimento alla conservazione della variabilità genetica.
Essa provvede altresì a valutare l'adozione di ogni altra attività o iniziativa, utile alla valorizzazione, promozione, diffusione e al mantenimento delle razze bovine interessate alle attività dei Programmi genetici.

L'UFFICIO CENTRALE provvede a:

  • espletare i compiti relativi al funzionamento dei Programmi genetici;
  • coordinare e controllare, anche con ispezioni, il lavoro degli Uffici Periferici e degli allevamenti per assicurare uniformità e tempestività di esecuzione di quanto stabilito nel presente disciplinare o da delibere della CTC;
  • elaborare e pubblicare i dati rilevati e forniti dagli Uffici Periferici;
  • predisporre i certificati zootecnici;
  • diffondere altri documenti e pubblicazioni inerenti il funzionamento dei Programmi genetici;
  • proporre per la nomina esperti di razza, ed a provvedere alla loro formazione seguendo gl indirizzi della CTC;

Gli UFFICI PROVINCIALI provvedono ad espletare, nel territorio di competenza, le attività dei programmi genetici secondo le disposizioni e le modalità operative dettate dall'UC.

Il CORPO DEGLI ESPERTI è composto dagli esperti di razza, scelti tra allevatori e tecnici competenti nell'allevamento e nelle caratteristiche della razza o specifica popolazione. L'attività degli esperti è coordinata dall'UC.