Conosci la Beefmaster?

Razza Beefmaster

Dati storici

Originaria degli Stati Uniti, nacque intorno al 1930 grazie all'iniziativa dell'allevatore Tom Lasater che iniziò l'incrocio dello zebù (Gir, Guzerat, Nellore) con tori di razza Hereford e Shorthorn con l'obiettivo iniziale di ottenere dei soggetti rustici in grado di produrre nelle zone difficili del sud del Texas.

Riconosciuta come nuova razza nel 1954, è stata sottoposta ad un'intensa attività selettiva che ancora oggi interessa sei caratteri fondamentali: peso, struttura, facilità di mungitura, fertilità, rusticità e docilità tralasciando altri caratteri come il colore, le corna e l'altezza. Razza a duplice attitudine mescola ottimi caratteri materni con eccellenti accrescimenti e resa delle carcasse. Può essere considerata come la combinazione perfetta tra produttività e capacità di adattamento grazie alle caratteristiche fornite da ciascuna delle razze coinvolte nella sua formazione e al processo selettivo che ne ha permesso la rapida affermazione.

Standard di razza

1. AREA DI ORIGINE

Stati Uniti d'America

2. ATTITUDINE

Carne.

3. CARATTERI TIPICI

Taglia: grande.

Mantello e pigmentazione: pelle di medio spessore, morbida, pigmentata ed elastica; mantello di diverse colorazioni (rosso, nero, bianco), uniforme pezzato o striato, con tonalità variabile. Pelo corto, folto, lucido e liscio.

Testa: di media lunghezza e larghezza, robusta e proporzionata alle dimensioni del soggetto; occhi grandi e vivaci; orecchie di medie dimensioni, simmetriche e ben conformate; narici ampie e aperte; mascelle forti e robuste; musello ampio, di colore ambra; è preferibile l'assenza delle corna.

Anteriore: collo di media lunghezza, ben attaccato a testa e spalle, muscoloso con gibbosità evidente e di colorazione più scura nei maschi; rettilineo, moderatamente sottile e colorazione uniforme con il resto del corpo nelle femmine; giogaia ben sviluppata; spalle larghe e muscolose nel maschio; regolari e moderatamente muscolose nella femmina; torace lungo, largo e profondo; arti di lunghezza media, solidi, robusti con appiombi regolari; piedi ben conformati con unghioni da ambra a nero.

Linea dorsale: rettilinea; lombi ampi e robusti soprattutto nel maschio, ben collegati con la groppa; petto largo e profondo.

Groppa: lunga, larga e leggermente arrotondata; coda lunga e sottile con ciuffo bene evidente.

Arti posteriori: gamba lunga e proporzionata, con ossatura moderata, appiombi regolari; coscia lunga e muscolosa; garretti larghi e ben distesi; piedi ben conformati con unghioni di colore da ambra a nero.

Caratteri sessuali: mammella sferica, di grande capacità e ampio attacco; quarti regolari; capezzoli cilindrici di media grandezza, posizionati verticalmente e ben distanziati.

4. DIFETTI CHE COMPORTANO L'INIBIZIONE ALLA RIPRODUZIONE

Mantello e pigmentazione marcatamente diverse da quelle tipiche.